Solo recinzioni elettriche

 
(vuoto) 0,00 €

Non hai articoli nel carrello.

:+39 328 6958 783
Solo recinzioni elettriche

Inverno: aiutare pannelli solari e batterie

Nel periodo invernale è possibile notare un calo di prestazione della carica della batteria essenzialmente per 2 motivi: 1) in inverno la temperatura più bassa rallenta le reazioni chimiche alla base della produzione di energia elettrica della batteria e 2) se usiamo un pannello solare, la minor quantità di sole che c'è spesso non riesce a ricaricarla completamente.Per questi motivi vi diamo alcuni suggerimenti pratici per venire in aiuto agli elettrificatori alimentati a batteria (e pannello solare).

Meglio non scaricarla completamente

Quando la spia dell'elettrificatore inizia lampeggiare di colore giallo o rosso chiaramente siamo in una situazione in cui la batteria si sta per scaricare. Sia che si abbia o meno un pannello solare, il consiglio è sempre di ricaricare manualmente la batteria perché in inverno non è detto che il pannello solare fotovoltaico riesca a generare più corrente di quanta ne viene consumata.

Perciò togliete la batteria e ricaricatela con il caricabatteria idoneo.

Se avete acquistato una batteria compatta al gel da 7 Ah (codice 1207) o 12 Ah (codice 1208) dovrete usare un caricabatteria apposito che non andrà a bruciarla (o a farla esplodere nel peggiore delle ipotesi) come il nostro codice 1210. Infatti i normali caricabatteria per batterie da auto hanno una generazione di corrente di carica talmente elevata (per consentire una ricarica in tempi non... biblici) che le batterie compatte piccole non sopportano e che quindi si surriscalderanno a tal punto da bruciarsi o esplodere.

Non occorre la gemella

Bene, adesso che l'hai ricaricata mettila pure al suo posto... ma nel frattempo che cosa è successo? Sono entrati i cinghiali??? Se questo è un problema, ovvero devi avere la recinzione attiva anche nelle 10 / 12 ore necessarie alla ricarica, ti consigliamo di dotarti di una batteria di riserva. Non necessariamente occorre che sia identica a quella in uso regolarmente, anzi, noi consigliamo sempre di acquistare una semplice pila da 9 Volt a secco non ricaricabile come la nostra 1203, che costa poco ed è compatibile con tutti i nostri elettrificatori.

Dato che questa batteria sostitutiva verrà usata solo poche volte all'anno, prendila piccola ed economica.

Due are meglio che one

Infine vediamo come poter aumentare la potenza dei pannelli solari senza doverli sostituire,  aggiungendone un secondo (ma anche un terzo e così via).

Sfruttiamo una proprietà dell'elettricità che dice:

mettendo in parallelo 2 generatori di corrente, questa si andrà a sommare lasciando inalterata la tensione...

Sì, puoi non aver capito niente di quanto detto sopra, ma adesso ti spiego cosa vuol dire nella pratica:

se collego 2 pannelli solari in parallelo anche di potenza diversa, ma che generano stessa tensione, la potenza dei 2 pannelli si sommerà

Bene, la buona notizia è che TUTTI i nostri pannelli solari hanno la stessa tensione di uscita (i famosi 12 Volts) quindi adesso resta da capire come collegarli in parallelo...

Un collegamento è in parallelo quando tutti i poli dello stesso segno vengono uniti tra loro.

Quindi, con riferimento all'immagine qui sotto, se prendiamo 2 o più pannelli solari e uniamo i rispettivi fili della stessa polarità, si sommerà la corrente generata e di conseguenza la potenza totale.

Solar panels in parallel

Nella figura sono rappresentati 2 pannelli identici, ma se abbiamo a disposizione un pannello da 2 W e uno da 5 W otterremo 7 W totali; se avremo uno da 5 W e uno da 10 W avremo 15 W ecc.

Il difficile può essere portare tutti questi cavi alla scheda dell'elettrificatore, ma resta un esercizio di abilità manuale, ma stai tranquillo non si rischia di rompere alcuna scheda se rispettano le polarità.

Descrizione tecnica

Concludiamo questo articolo con una digressione tecnica per i più smaliziati:

La potenza [Watt] è il risultato di tensione [Volt] * corrente [Ampere]

W = V * I

Nel collegamento "serie" si somma la tensione e la corrente rimane inalterata, mentre nel collegamento parallelo si somma la corrente e la tensione resta la stessa. Quindi:

W finale = V * (I pannello 1 + I pannello 2)

Lascia un Commento