Solo recinzioni elettriche

 
(vuoto) 0,00 €

Non hai articoli nel carrello.

:+39 328 6958 783
(14:30-18:30)
Solo recinzioni elettriche

Siccità: risolvere il problema di conduzione del terreno

Quando installiamo una recinzione elettrificata tradizionale (ovvero quando i conduttori portano l'impulso e la "terra" fa da polo negativo di ritorno del circuito), può succedere che la mancanza di acqua nel terreno (come in caso di Siccità) non consenta un'adeguata conduzione della corrente elettrica.

L'acqua è un elemento fondamentale

Infatti è proprio l'umidità del terreno a fare in modo che un recinto elettrico funzioni a dovere, ma se questo elemento manca, oppure se il nostro terreno ne è privo per come è fatto (p.e. spiaggia, rocce, cemento ecc.), dobbiamo adottare un sistema alternativo per riuscire ad ottenere l'effetto desiderato.

La soluzione sta in un semplice trucco.

Se abbiamo installato una serie di conduttori (fili, nastri, cavi ecc.) per portare l'impulso lungo il recinto, possiamo aggiungerne o "sacrificarne" qualcuno per "portare la terra" là dove non arriva tramite il terreno.

Siccità, come risolvere la conduzione dell'impulso Collegamento dei conduttori in caso di terreno arido

Come possiamo vedere dalla foto qui sopra, abbiamo il caso in cui ci sono 3 conduttori di cui 2 (il primo ed il terzo) sono collegati al polo di uscita positivo (impulso) dell'elettrificatore (è indifferente che sia a 220V o a batteria) e uno (il secondo) collegato al polo di uscita negativo (terra) sempre dell'elettrificatore.

Parliamo di poli di uscita dell'elettrificatore perché in questo articolo non ci occupiamo dell'alimentazione dell'elettrificatore stesso. E' del tutto indifferente che sia un modello a batteria o a 220V. In quest'ultimo caso, però, consigliamo sempre di installare sempre i picchetti di terra per motivi di sicurezza (leggi questo articolo).

Come possiamo vedere sempre dal disegno, abbiamo utilizzato un cavo isolato specifico (per recinzioni elettriche isolato fino ad almeno 20.000 Volts) e dei morsetti galvanizzati per fare i vari collegamenti. Inoltre i 3 fili sono paralleli e dobbiamo assicurarci che non si tocchino mai per evitare scariche che possono anche azzerare l'impulso sui fili positivi.

Soluzione indipendente dal numero di conduttori

Inoltre, questa soluzione si può adottare anche quando siamo in presenza di un numero di conduttore più alto. Se per esempio abbiamo 5 fili, potremmo aggiungerne uno o due che porti la "terra", oppure cambiarne 2 due di quelli già installati. In questo caso può essere più difficoltoso perché dipende molto da come li abbiamo collegati tra loro.

Infine, come accennato sopra, questa soluzione si adotta anche quando il terreno a priori è molto secco o drenato.

Per ogni dubbio o richiesta non esitate a contattarci.

Lascia un Commento